Il blog notes di Farfalla Legger@

Una penna per raccontare quella che sono…Un pennello per colorare quello che sarò… Semplici appunti di vita, di libri e altro.

Archivio tag per ‘Italia unita’

Risorgimento e Resistenza

L’espressione “nuovo” o “secondo” Risorgimento per definire la Resistenza nacque subito dopo la Liberazione (già nel primo anniversario del 1946 ebbe luogo una mostra dal titolo emblematico Primo e Secondo Risorgimento). Esprimeva, da parte di chi l’aveva proposta, un motivo ideale, non semplicemente una metafora enfatica, patriottica o un entusiasmo tipicamente retorico: stava a significare che il fascismo non era stato una semplice parentesi nella storia italiana e che la […]

Continua a leggere →

26 aprile 1859

Il 27 aprile 1859 il granduca Leopoldo II di Lorena lasciava Firenze per l’esilio, mentre in città si costituiva il Governo Provvisorio Toscano formato da Ubaldino Peruzzi, Vincenzo Malenchini e Alessandro Danzini. Odoardo Borrani rievoca senza retorica gli eventi di quelle giornate in questo dipinto che presentò nel 1861 alla prima Esposizione Nazionale Italiana, dove fu subito apprezzato sia dai semplici visitatori che dalla critica per i contenuti storici politici. […]

Continua a leggere →

La battaglia di Magenta

Il livornese Giovanni Fattori partecipò nel marzo del 1860 al concorso Ricasoli, bandito dal Governo Provvisorio Toscano, presentando due bozzetti che avevano come soggetto la battaglia di magenta (4 giugno 1859): nel primo era rappresentato l’assalto dei granatieri della guardia di Napoleone III alle postazioni austriache al ponte di Magenta, il secondo raffigurava l’ambulanza con le suore di carità e fu quest’ultimo a permettere al pittore di conquistare il primo […]

Continua a leggere →

Il melodramma

Durante il Risorgimento, l’italianità e il melodramma si manifestarono in un connubio  che divenne noto in tutto il mondo. Il fenomeno operistico, che esaltava quella musicalità considerata tipica della lingua italiana, assunse un ruolo ancor maggiore che in passato, legandosi ad elementi di cultura nazional-popolare, che si diffusero con una tale rapidità da lasciare sbalorditi tutti gli osservatori stranieri. Più che il teatro, la poesia o la prosa del romanzo, […]

Continua a leggere →

Gli italiani a tavola

Tra le classi popolari delle campagne, nel Risorgimento, l’alimentazione a base di carne era ancora un’eccezione (tanto che in Italia il suo consumo rimaneva tra i più bassi d’Europa). Continuavano ad avere un ruolo essenziale i cereali, la cui produzione passò da 34 milioni di quintali annui nel 1861 a 40 nel 1880, come castagne, patate e legumi. I maggiori progressi nel campo dell’igiene alimentate, in quegli anni, furono fatti […]

Continua a leggere →

Al cinema

Il Risorgimento con i suoi eroi, le sue storie e i suoi luoghi, teatro di epiche battaglie, ha sempre suscitato l’interesse da parte del cinema. La teorizzazione dell’utilizzo dei film come fonte storiografica, inteso come ampliamento del documento storico, risale alla scuola francese delle “Annales”. Da allora la storia si interessa al genere cinematografico visto come “fonte”, ma anche come “scrittura”, ovvero strumento del montaggio, come “agente storico” in grado di influenzare […]

Continua a leggere →

La lingua italiana

Nel Risorgimento, il livello di alfabetizzazione della grande maggioranza del popolo italiano, a causa della complessiva arretratezza politica ed economico-sociale dei diversi Stati e governi, era molto basso, come risulta dalle prime statistiche. Nel 1861 il 78% della popolazione era analfabeta. Solo le regioni che avevano recepito l’influsso delle riforme del governo austriaco e di quello piemontese, nei decenni della Restaurazione, potevano vantare un migliore livello di istruzione ma in […]

Continua a leggere →