Il mio blog notes

Una sorta di raccoglitore di appunti di vita, di libri, di arte e altro, secondo il personale gusto della curatrice 🤗🤗🤗🤗.

Archivio tag per ‘Libro’

Mailand

Il web è decisamente interessante. Per mia fortuna, ultimamente trovo gente piĂą che piacevole, direi costruttiva. Uno è Nicola Pezzoli. Non ricordo come sono arrivata a lui, gestisce un blog, ho iniziato a leggerlo, qualche volta l’ho commentato e così ho scoperto che è pure uno scrittore. Ho “recensito” un suo libro, Chiudi gli occhi e guarda, e oggi vi voglio parlare di un altro suo scritto intitolato semplicemente Mailand, […]

Continua a leggere →

Simon Veil

Simone Veil proveniva da una famiglia ebrea che viveva a Nizza. Andrè Jacob, il padre, di professione architetto, era un veterano della prima guerra mondiale. La madre, di orientamento ateo, lasciò gli studi di chimica per dedicarsi completamente alla famiglia. Simone Veil aveva tre fratelli. La famiglia Jacob si considerava repubblicano-borghese: non si poteva essere piĂą francesi. Nel 1944 l’intera famiglia fu arrestata dalla Gestapo. Il padre e il fratello […]

Continua a leggere →

L’emigrazione risorgimentale

Durante il Risorgimento l’emigrazione divenne, per la prima volta, un fenomeno su vasta scala che interessò masse di popolazione, legandosi inevitabilmente alla questione economica. Dopo l’UnitĂ  il numero medio di emigranti per anno superò le 150.000 unitĂ  (contro le 30.000 dei primi decenni dell’ottocento). L’emigrazione pre-unitaria, invece, riguardava soprattutto italiani esiliati per la libertĂ  e la “giusta causa”, in attesa di un ritorno in un’Italia unita ed indipendente. Gli esuli politici del 1821, vittime […]

Continua a leggere →

Ada Prospero Gobetti Marchesini

Ada Prospero è sicuramente piĂą nota con il nome del celebre primo marito, Piero Gobetti. Ma la sua personalitĂ  forte e ricca risulterebbe certo sminuita se la considerassimo solo come “moglie di”: come vedremo brevemente, fu una donna di grande valore, in molti campi. Nacque a Torino il 23 luglio 1902 da Giacomo Prospero, cittadino svizzero, da anni in cittĂ , e da Olimpia Biacchi, di una famiglia di Bihac, in […]

Continua a leggere →

Rivoluzione

La malattia di cui oggi soffre gran parte dell’umanitĂ  è inafferrabile, non definibile. Tutti si sentono piĂą o meno tristi, sfruttati, depressi, ma non hanno un obbiettivo contro cui riversare la propria rabbia o a cui rivolgere la propria speranza. Un tempo il potere da cui uno si sentiva oppresso aveva sedi, simboli, e la rivolta si dirigeva contro quelli. […] Ma oggi? Dov’è il centro del potere che immiserisce […]

Continua a leggere →